Danone perde terreno a Parigi

L’incognita dei prezzi del greggio continua a pesare sull’andamento delle Borse mondiali, ma ieri New York è riuscita a chiudere con un modesto margine attivo, dopo la conferma della crescita del Pil Usa del 3,3%. Tra le chiusure in positivo, IDX Systems guadagna il 23%, rilevata di recente da General Electric; bene anche Pepsico (più 3,3%); di segno negativo Amerigroup (meno 41%), ma tonfo di Cypress del 57%, per l’esito negativo delle ricerche su un farmaco, ribasso che ha trascinato anche Forest, in calo del 10%. In flessione dello 0,5% le piazze di Francoforte e Parigi, con maggiore irregolarità per il mercato francese, grazie agli spunti positivi di Etam (più 2,2%) e Camaieu (più 2,2%). Cedenti i titoli dell’auto, ma realizzata anche Danone (meno 2%) dopo i rialzi precedenti. Sulla piazza tedesca realizzi su Elmos (meno 8%), mentre a Londra cede Partycaming (meno 8,6%); giù anche Boots (meno 3%) per un previsto calo del fatturato.