D'Antoni-Dedic: per il Frosinone col Rimini prima vittoria del 2007

Igor Traboni
Dopo quattro pareggi consecutivi, il Frosinone torna alla vittoria per 2-1 sul Rimini, ora è a solo cinque punti dalla zona play-off. Mister Iaconi all'inizio mischia le carte, mandando il gioiellino Lodi in tribuna per motivi disciplinari e il goleador Margiotta in panchina per fargli tirare un po' il fiato. E durante il riscaldamento D'Antoni si fa male contro un cartellone pubblicitario, ma il capitano stringe i denti e va in campo. E proprio D'Antoni al sesto minuto tira fuori dal cilindro un gol capolavoro con un tiro da 30 metri. Il Rimini non abbozza la reazione e dopo 10 minuti il Frosinone colpisce ancora in contropiede: lancio di Filadini per Dedic a centrocampo, l'attaccante sloveno percorre tutta la metà campo avversaria, semina tre avversari e batte il portiere del Rimini. Sul 2-0 il Frosinone non molla la presa e diventa padrone del centrocampo, con un recuperato Zaccagnini e un sontuoso Perra, mentre in difesa l'ex senese Argilli non dà spazio a Ricchiuti-Jeda, la coppia sudamericana d'attacco dei riminesi. È invece il piccolo attaccante frusinate Di Nardo a tagliare più volte la difesa romagnola, ma senza riuscire a triplicare. Il primo tempo scivola via con i canarini che mandano in visibilio il pubblico del Matusa, anche ieri pieno come un uovo.
Nella ripresa il Rimini prova a riorganizzarsi, con Moscardelli, terza punta in campo. Proprio Moscardelli dopo due minuti impegna severamente Zappino e al 4' il portiere italo-brasiliano del Frosinone si ripete alla grande, questa volta su Ricchiuti. Il portierone canarino subito dopo è protagonista con due uscite di testa fuori dall'area, una addirittura in tuffo. Ma la sfuriata dei romagnoli finisce qui: Iaconi rinforza il centrocampo, con l'innesto di Di Deo, mentre in curva nord compare lo striscione «Lodi mitraglia, onora questa maglia», con riferimento alle bizze del nazionale under 21.
Al 15' Pieri espelle Ricchiuti per doppio fallo di mano e per il Rimini è notte fonda. Dopo la solita girandola di sostituzioni il gol degli ospiti è solo un episodio. Al 35' Porchia batte una punizione, palla sulla traversa, irrompe il difensore Vitello e segna. Ma i canarini ritornano a controllare la gara e mettono in cassaforte tre punti d'oro.