Dapei: «Il sit-in? Una goliardata»

«Ferrante in piazza al sit-in? È roba da candid camera...». Così in un comunicato stampa diffuso ieri in serata si è espresso Bruno Dapei, il capogruppo di Forza Italia al consiglio provinciale. «Prefetto in carica fino alla settimana scorsa - vi si legge -, Bruno Ferrante ha partecipato ad un sit-in di protesta in piazza. Chi si fosse trovato a passare nei paraggi di ritorno da un viaggio all’esterno di qualche giorno avrà pensato ad una candid camera o a qualche altra goliardata». Dall’ironia dell’incipit, alle considerazioni più meditate. «Pur rispettando - prosegue Dapei - le legittime ambizioni di chi ha d’improvviso abbandonato il delicato incarico di rappresentante del governo nella nostra Provincia per buttarsi da candidato nella campagna elettorale in corso, continuiamo a pensare che una grande città democratica abbia bisogno di un bravo sindaco e di un bravo prefetto. Senza confusione di ruoli. Speriamo, quantomeno, che Ferrante abbia approfittato del suo incontro con gli ambientalisti sul piede di guerra per spiegare loro come nessuna amministrazione milanese degli ultimi decenni abbia all’attivo risultati positivi quanto quella in carica, se si parla di lotta all’inquinamento. Un esempio per tutti, la realizzazione dei depuratori che i milanesi, e non solo loro, aspettavano dalla notte dei tempi. Anche se, da quanto ci è dato di sapere, sembra invece che Ferrante abbia preferito dedicarsi ad esternare in chiave polemica, dimostrando che il virus di un certo modo di fare politica e propaganda è assai contagioso e per nulla debellato. Lo stile dell’ex-prefetto - la conclusione - ricorda sempre più quello dell’ex-pm Antonio Di Pietro. Auguriamo a Ferrante miglior fortuna del suo maestro».