Dapporto nominato commissario In «Distretto» al posto di Tirabassi

L’attore: «So che entrare nella serie non è facile dopo l’addio di Ardenzi e Belli. Sarò un poliziotto maturo e autorevole»

da Milano

Ora i fan della serie si potranno scatenare in fischi o esternazioni di giubilo. La decisione è stata annunciata dallo stesso attore: Massimo Dapporto è il nuovo commissario di Distretto di polizia. Prende il posto di Giorgio Tirabassi, in arte commissario Ardenzi, al X Tuscolano con il nome di Marcello Fontana. Dapporto, protagonista di innumerevoli film e fiction (ha appena interpretato Giovanni Falcone su Raiuno), lo ha comunicato in diretta a Maurizio Costanzo ieri durante il programma Buon Pomeriggio di Canale 5.
Per la serie, la cui sesta edizione è terminata due settimane fa con il trasferimento ad altro incarico del commissario Ardenzi, si tratta di un grande cambiamento. L’ingresso nel cast di Dapporto segna infatti una svolta: di età più matura rispetto agli altri personaggi, l’attore porterà in scena un personaggio più autorevole, forte, solido, esperto. Le riprese cominceranno a metà gennaio, andranno avanti fino a settembre e la serie andrà in onda in autunno. «Ho accettato - ci spiega Dapporto, raggiunto dopo il collegamento con Costanzo - perché mi piace l’idea di lavorare con un gruppo di giovani. So che entrare in questa serie non è facile dopo l’addio straziante di Mauro Belli (l’ispettore Ricky Memphis morto durante un conflitto a fuoco) e di Tirabassi, ma penso che potrò dare un apporto importante e vitale per una serie che ha bisogno di rinnovarsi, visto che è giunta alla settima edizione».
«In più - aggiunge l’attore - mi fa piacere lavorare con un produttore come Valsecchi che porta sullo schermo prodotti come ce ne sono pochi in Italia. E con un regista come Alessandro Capone con cui ho già fatto Il Commissario. Sarà un lavoro duro, mesi di riprese. Solo a novembre tornerò a teatro con I due gemelli veneziani di Goldoni».
Durante l’exploit da Costanzo, c’è stato anche un piccolo equivoco. A un certo punto è arrivata una telefonata e Dapporto pensava di essere in collegamento con Tirabassi, di cui appunto prende il posto, invece dall’altro capo del telefono c’era Memphis. «Allora non sei morto?», ha scherzato il nuovo commissario di Distretto, riferendosi alla scomparsa dell'ispettore che ha lasciato nella disperazione i fan della serie. «Distretto - ha detto Memphis - è una grande famiglia, dentro e fuori la fiction». Anche se ha escluso, come ribadito più volte, un suo ritorno per la settima serie. Speranze per un suo ritorno le ha date però il produttore Valsecchi: «La storia di Mauro Belli non è chiusa, il pubblico lo vuole rivedere e noi vedremo di accontentarlo. Il finale è stato studiato apposta».
Altra new entry di Distretto 7 è Max Giusti. Si era parlato poi di un ruolo per Flavio Insinna, ma lo stesso Valsecchi ha smentito più volte. Anche Ardenzi-Tirabassi, che nella storia è stato trasferito, potrebbe fare qualche apparizione nella prossima serie.