Per dare speranze ma anche risposte

L'impegno per aiutare chi è colpito da sclerosi multipla è una battaglia quotidiana combattuta anche grazie al 5 per mille: nel 2012 Aism ha destinato alla ricerca scientifica 6,2 milioni di euro, 3 per finanziare 29 progetti di ricerca e borse di studio e 3,2 in progetti speciali. Le donazioni consentono ad Aism di sostenere i progetti speciali e il bando che per il 2013 ha confermato lo stanziamento di 3 milioni di euro. Il 64% dei finanziamenti dell'ultimo bando (2012) è stato destinato alla ricerca clinica e traslazionale (applicata): rispetto al passato, c'è stato quindi un sensibile spostamento a favore di quella ricerca che incide più rapidamente sulla qualità di vita delle persone con Sm e sullo sviluppo di nuove terapie. Sempre nel 2012 è stato portato avanti l'importante progetto sulle cellule staminali Mesems, con il primo intervento sull'uomo eseguito al l'Università di Genova. Particolare attenzione è stata rivolta poi alla pediatria cooperando a livello internazionale con l'International Pediatric Ms Study Group e realizzando progetti nazionali e nel 2013 questo impegno sarà intensificato. Una nuova sfida raccolta nel 2012 da Aism, in cui riveste un ruolo chiave, riguarda la ricerca di trattamenti specifici per le forme progressive, le più gravi (25 mila casi in Italia e più di un milione nel mondo) per le quali non esistono ancora trattamenti. Aism si è fatta promotrice dell'International Progressive Multiple Sclerosis Collaborative: collaborazione internazionale che la vedrà impegnata fino al 2020 con stanziamenti significativi a progetti internazionali nei quali operano insieme i migliori ricercatori al mondo. Nel 2013 verrà finanziato tra gli altri il progetto Gpr17 con l'Università Cattolica di Milano che ha già permesso d'identificare tre famiglie di molecole da sviluppare come potenziali terapie. Inoltre l'Associazione da oltre 20 anni investe sui giovani ricercatori d'eccellenza. Dal 1987, attraverso la Fondazione Fism, ha finanziato 312 ricercatori, creando una vera e propria “scuola”che sta lasciando un segno a livello nazionale e internazionale.
MaSev