In Darsena guerra tra graffitari e Comune

Muri che diventano pagine, un diario urbano che viene aggiornato con pazienza, notte dopo notte, cancellatura dopo cancellatura. Questo sono diventati i muri della Darsena, il luogo di un dialogo serrato tra il mondo undergroud e Palazzo Marino. L’uno contro l’altro armati, hanno ingaggiato una personalissima guerra all’ultimo pennello. La settimana scorsa, infatti, Amsa, per ordine dell’assessore all’Arredo urbano Maurizio Cadeo, ha steso sui muri della Darsena una mano di grigio, cancellando tutti i graffiti. Tutti, compresi quello dedicato a Dax, il militante del centro sociale Orso ucciso nel 2003. L’effetto della (...)