Data Service s’impenna dopo l’ingresso di Imi Investimenti

Strappo in Borsa di Data Service, dopo l’annuncio dell’ingresso nel capitale di Imi Investimenti, società del gruppo Intesa Sanpaolo, con una quota del 14%. Il titolo della società attiva nei servizi di outsourcing che opera nel mercato assicurativo e delle Pubblica amministrazione, dopo esser stato quasi sempre sospeso al rialzo, archivia la seduta in progresso del 30,92% sull’ultimo prezzo di 3,18 euro, il massimo infraday. Balzano anche gli scambi, sette volte superiori alla media con 169.708 pezzi passati di mano contro 23.050 giornalieri. Evidentemente gli investitori hanno apprezzato l’obiettivo dell’intesa che porterà alla fusione tra Data Service e Praxis Calcolo, di cui Imi è azionista. Entrambe le società si occupano di Information Tecnology.