DATE: tutto l'anno2. CAMMINO DI SANTA BARBARADune di sabbia, monti e antichi villaggi degli impianti minerari

Il Cammino di Santa Barbara si sviluppa lungo gli antichi sentieri minerari: i turisti-escursionisti-pellegrini possono così raggiungere gli edifici di culto dedicati alla Santa Patrona dei minatori per conservare la memoria di una grande tradizione civile e religiosa. Proprio il turismo culturale durevole, negli ultimi 10 anni, ha fatto registrare una notevole crescita proprio nel settore dell'archeologia industriale e delle identità e culture locali tipiche dei grandi, vecchi e dismessi bacini minerari europei.
Il percorso si sviluppa prevalentemente lungo le vecchie strade minerarie che collegano i diversi villaggi. Partendo da Iglesias si arriva a Nebida, presso la chiesa di Santa Barbara. Lungo il cammino si può ammirare lo straordinario paesaggio nel quale sono inseriti i numerosi insediamenti minerari (impianti e villaggi) presenti nella valle di Iglesias e nelle colline metallifere circostanti, inclusa la spettacolare costa di Nebida e Masua che si apre progressivamente alla vista degli escursionisti dopo aver superato il villaggio minerario abbandonato di Montescorra. Il percorso costituisce un primo tratto del più grande itinerario dedicato a Santa Barbara che a partire dalla grande miniera di Serbariu a Carbonia giunge fino a Montevecchio, su una distanza di oltre 100 km. Dai monti fino al mare, dai boschi di querce alle dune di sabbia e alle scogliere sarà possibile immergersi in uno straordinario contesto naturalistico e ambientale che l'opera dell'uomo ha plasmato in un unico e indelebile paesaggio culturale.