Dati In un anno 39mila morti sulle strade europee

Sembrano i numeri di una strage. Nel 2008 sulle strade europee sono morte 39mila persone e 1,7 milioni sono rimaste ferite (300mila gravemente). L’Italia, con 4.731 morti e quasi un milione di feriti si posiziona agli ultimi posti della classifica europea sulla sicurezza stradale. I dati sono stati diffusi ieri durante il convegno «Safe&Sober Italy: prevenzione e riduzione della sinistrosità alcol-correlata» organizzato da fondazione Ania e European transport safety council.
Secondo Ania studi della Commissione europea stimano che l’alcol alla guida contribuisca a determinare circa 10mila morti l’anno in Europa e sia responsabile di circa il 30% delle morti tra conducenti. «I dati Istat sugli incidenti alcolcorrelati - ha detto il segretario generale di Ania - sono sottostimati. Per l’Istat nel 2008 sono stati “solo” 5.920». Cifre criticate dal Fipe: «I balletti dei numeri non portano da nessuna parte. Guai però a strumentalizzare i morti. I decessi causati da un incidente con conducente sotto l’influenza dell’alcol sono solo il 2,2%» (elaborazioni Fipe su dati Istat).