David di Donatello Premio alla carriera per Villaggio. Torna la commedia

«Sono felice anche se ho un leggerissimo timore che questo riconoscimento non sia alla carriera, ma alla memoria...». Usa l’ironia l’attore e regista Paolo Villaggio per commentare il conferimento del premio speciale «David di Donatello alla carriera». Villaggio riceve il riconoscimento nel Salone dei corazzieri del Quirinale e scherza con il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano: «Mi auguro che lei possa venire al mio funerale...». Poi una battuta anche per l’altra premiata alla carriera, l’attrice Virna Lisi: «Lei, se lo posso dire, è più bella di quaranta, cinquant’anni fa». Toni da commedia rosa, dunque. E del resto la commedia all’italiana fa la parte del leone nelle candidature ai «David di Donatello 2009», con il beneplacito dello stesso presidente Napolitano, il quale parla di «rinascente commedia», un fatto che in un periodo di crisi ci «fa guardare sorridendo al domani, il che non è poco». In questa edizione, ha detto il presidente dell’Accademia, Gian Luigi Rondi, c’è un’inaspettata presenza di commedie come Ex di Fausto Brizzi e Tutta la vita davanti di Paolo Virzì, con Christian De Sica che riceverà un David speciale per 25 anni di successi con i suoi cine-panettone di De Laurentiis. Inoltre il ministro dei Beni culturali Sandro Bondi ha sottolineato che proprio da ieri è operativa la legge sulle agevolazioni fiscali per il cinema, tax credit e tax shelter.