La Davis non può distrarre Bolelli

Simone Bolelli, uomo di punta del tennis azzurro, appena uscito al primo turno degli Us Open contro lo svizzero Wawrinka, si è stupito per essere stato convocato in nazionale per l’incontro di Davis del 19-21 settembre contro la Lettonia, dopo aver fatto presente al ct Barazzutti che lui in questo periodo ha ben altro da fare: deve preparare il torneo di Bangkok.
Se ha rinunciato alla convocazione in coppa Davis gente come Sampras o Agassi - deve aver pensato Bolelli -, non vedo perché ci debba andare proprio io. D’altra parte il palcoscenico di Italia-Lettonia deve essere ben poco attraente per uno come lui che in carriera ha vinto il torneo di Biella e quello di Tunisi. Ma se purtroppo il tennis italiano non può offrire di meglio agli azzurri, forse lo dobbiamo proprio ai campioni come lui che ci hanno spinto fin sull’orlo della serie C.