«La Dc fedele al Cavaliere»

Milano. «La Dc conferma la fedeltà a Silvio Berlusconi. In un solo giorno Casini e Maroni rivendicano le mani libere per i loro partiti. Noi, invece, abbiamo ancora le mani legate al vincolo di alleanza con Berlusconi che abbiamo presentato agli elettori. È un male che il centrodestra si divida, mentre l'Unione è in affanno: dovremmo parlare come un solo uomo». Lo dice il segretario della Dc, Gianfranco Rotondi, che aggiunge: «Persino sul federalismo dovremmo difendere insieme questo valore innovativo. Bossi propone il Parlamento del Nord? Nessuno scandalo, ha un valore simbolico e si potrebbe insediare anche a Napoli un Parlamento del Sud».