De Albertis: «Dare garanzie per Expo 2015»

Claudio De Albertis, presidente Assimpredil, qual è il giudizio sulla scelta del Comune di raddoppiare la squadra di ghisa nei cantieri?
«Non può che essere positivo. Se oltre agli organi deputati intervengono anche i ghisa è un contributo ulteriore alla prevenzione. Ricordo che nel 2007 gli incidenti nei cantieri edili sono diminuiti e che Assimpredil ha fatto notevoli sforzi sul tema. Che, tra l’altro, assume un peso anche in vista di Expo 2015».
Expo 2015 è quindi un incentivo alle imprese per migliorare la sicurezza nei cantieri?
«Expo 2015 significa almeno 15-20mila posti di lavoro e, conseguentemente, occorre offrire sempre maggiori garanzie di sicurezza...».
Scusi, presidente, ma quest’impegno non fa a pugni con la richiesta Assimpredil di accelerare le procedure delle gare di Expo 2015?
«Quando chiediamo di “accelerare le procedure” reclamiamo una qualificazione delle imprese che partecipano agli appalti. Qualificazione patrimoniale che significa far partecipare imprese ben strutturate. E poiché il 2015 è dietro l’angolo e il tempo stringe chiediamo di ripensare all’eventuale ricorso di imprese escluse dalle gare. Come? Eliminando la sospensione e accelerando il riconoscimento del danno».