De Albertis: «Ogni anno servono 5mila nuove case»

Ammonta a 5mila nuovi alloggi all’anno solo a Milano (15mila nella provincia) il fabbisogno di case quantificato ieri dal presidente di Assimpredil Claudio De Albertis durante l’audizione alla commissione Urbanistica del Comune. Convocata dal presidente Roberto Biscardini per discutere del Pgt, il Piano di governo del territorio approvato dall’amministrazione Moratti e revocato dal sindaco Giuliano Pisapia. «Né maggioranza né opposizione - ha spiegato Biscardini - sono oggi a conoscenza delle proposte della giunta sul metodo per affrontare le osservazioni». Che sono quasi 5mila e rischiano di bloccare il nuovo percorso del Pgt che approderà in consiglio il 20 febbraio. Con De Albertis che a nome dei costruttori chiede l’indifferenziazione delle destinazioni d’uso e che l’indice Slp, la superficie lorda di pavimento, rimanga lo stesso se, come sembra, rimarrà la perequazione ma l’indice di edificabilità dovesse scendere da 0,50 a 0,35. Sui tempi De Albertis chiede che «data la crisi il problema non è fare in fretta, ma fare bene, costruendo un piano di lungo periodo che aiuti Milano a svilupparsi. A partire da infrastrutture e mobilità pubblica».