De Andrè libero fa l’accusatore: «Abuso di potere»

«No comment. Abuso di potere», sono queste le parole di Cristiano De André all'uscita dal tribunale di Chiavari dove ieri si è svolta l'udienza di convalida dell'arresto per lui e l'amica spagnola, Clara Lafitte, 34 anni. La coppia doveva rispondere di lesioni, resistenza e minacce a pubblico ufficiale. Il giudice ha disposto per entrambi la liberazione. Secondo il legale della spagnola ci sarebbero «dei buchi di memoria nella ricostruzione della cliente. Lei nega di essere stata al parco. Ma entrambi non erano perfettamente lucidi quando sono stati portati via dai militari». Cristiano De André, avrebbe definito l'episodio come un semplice diverbio. È in una stanza del primo piano, dell'Hotel Tigullio et de Milan di Santa Margherita che domenica mattina il cantante e Clara Lafitte sono stati trovati dai militari in uno stato di forte alterazione, dovuto principalmente ad un abuso di alcol. Lei poco prima girava nuda per il parco.