Da De Benedetti al nuovo Codice

Giuliano Pisapia è uno dei più brillanti penalisti italiani. Figlio del grande Giandomenico, autore del nuovo Codice di procedura penale, Giuliano è stato fra l’altro l’avvocato del gruppo De Benedetti nei grandi processi milanesi contro Berlusconi e la Fininvest, di Bruno Tabacci, inquisito e assolto per Mani pulite, dei genitori di Carlo Giuliani. Si è anche dedicato alla politica, come indipendente in Rifondazione comunista, e il suo nome era circolato nel 2006 per la poltrona di ministro della Giustizia: non se n’era fatto nulla, per il suo rifiuto. È stato deputato e presidente della commissione Giustizia della Camera. Romano Prodi, nella scorsa legislatura, gli ha affidato la presidenza della commissione per la riforma del Codice penale: il nuovo testo è ora nelle mani del Guardasigilli Angelino Alfano.