De Corato Cub sconfitti, nessun disservizio

Sul fatto che l’adesione allo sciopero dei mezzi sia stata tiepida, con poche ripercussioni su mezzi di superficie e quasi nulle sulle linee metropolitane, il vicesindaco di Milano, Riccardo De Corato, ha le idee chiare: «Questo dimostra che ormai alcune sigle sindacali hanno in mente solo di creare un effetto annuncio, al servizio del disservizio».
Secondo il vicesindaco e deputato del Pdl, insomma, annunciare gli scioperi e poi non aderire sarebbe una precisa tattica, che permetterebbe di creare comunque notevoli disagi ai cittadini.
«Migliaia di milanesi e di city-users - continua De Corato -, con il timore dei blocchi dei mezzi pubblici hanno dovuto trovare soluzioni alternative, il cui effetto è stato quello di rallentare la circolazione viabilistica e subire tutti maggiori disagi».
Di fronte al rischio di rimanere ad aspettare invano alle fermate di tram, autobus e metrò, finendo per arrivare in ritardo al lavoro, la maggior parte dei milanesi ha infatti preferito usare l’auto. E anche il Comune, visto lo sciopero, ha contribuito sospendendo Ecopass.
I mezzi hanno funzionato però quasi regolarmente: «Del paventato stop non c’è stato granché - conclude il vicesindaco -. Alcuni sindacati mirano, dunque, a sfruttare l’effetto mediatico, il cui risultato è solo di creare disservizi per i cittadini, mentre in concreto ottiene risicate adesioni».