«De Corato è il migliore La Lega avrà più poltrone ma la sua non si tocca»

«Riccardo De Corato è il numero uno, il vicesindaco migliore d’Italia». Ignazio La Russa, ministro della Difesa e coordinatore nazionale del Pdl, fa lo spot al colonnello di An che è stato per dieci anni il braccio destro di Gabriele Albertini e dal 2006 (e nel Pdl) al fianco di Letizia Moratti. E lo difende dagli assalti della Lega. Salvini si allena da vice? «Finchè De Corato è disponibile a farlo anche nella prossima legislatura, e credo che lo sarà, il suo posto non si tocca. É il migliore che Milano abbia mai avuto e sfido chiunque a sostenere che può fare meglio. La Lega, giustamente, pretenderà dei nuovi equilibri ma sul sindaco e vicesindaco non ci sono dogmi e regole, non può dire “se il Pdl ha il sindaco noi abbiamo il vice, e viceversa“. Sono ruoli che si assegnano in base all’esperienza e a quello che si è fatto, ed è un ciclo che Riccardo ha iniziato con Letizia 4 anni fa e deve continuare per tutti e due insieme». Sul piano sicurezza: «Abbiamo ottenuto un risultato eccezionale ma Milano resta ripeto una metropoli, non “l’isola che non c’è“. Neanche Giuliani, definito da tutti il sindaco della tolleranza zero, non è riuscito a cancellare i reati da New York». Sul capitolo finiani, La Russa è convinto che le ripercussioni della frattura nazionale sul territorio non ci saranno: «A Palazzo Marino chi li ha visti? Non ce ne sono, neanche tra il primo, il secondo o il terzo dei non eletti. In tutta la Lombardia posso assicurare che non avremo problemi, casomai negli anni passati in campagna elettorale avevo più difficoltà a convincere gli elettori a seguire l’operato di Fini dopo le uscite sul voto agli immigrati».