De Corato a Pisanu: «Pool anti-stupri»

«Siamo solo agli inizi dell’anno nuovo e già si è verificato un nuovo caso di stupro a Milano commesso ancora una volta da romeni. E l’allarmante susseguirsi di questi crimini purtroppo testimonia che nella nostra città esiste una pericolosità di questa etnia nei confronti dei cittadini e in particolare delle donne che troppo spesso ormai sono vittime di reati e violenze come stupri e sfruttamento della prostituzione». È quanto dichiara il vice sindaco e senatore di An, Riccardo De Corato, commentando il nuovo caso di stupro avvenuto a Milano.
«Una situazione quindi che deve continuamente essere oggetto di un’attenta attività di controllo preventiva da parte della magistratura - sostiene De Corato -. Per questo torno a chiedere, a un mese di distanza dall’interrogazione che ho presentato in Senato, al ministro dell’Interno, Giuseppe Pisanu, e al ministro di Grazia e Giustizia, Roberto Castelli di valutare l’opportunità di istituire un’intelligence presso la Procura della Repubblica di Milano, per contrastare la dilagante diffusione dei reati contro la persona». Secondo il vice sindaco, serve «un pool di esperti che possa efficacemente contrastare questi reati. Infatti il dilagare di questi feroci crimini e la consistente presenza di extracomunitari, che purtroppo nella maggior parte dei casi compaiono nelle cronache come vittime o carnefici di episodi di violenza e sfruttamento, rende quanto mai necessaria e impellente la ricerca di una strategia comune investigativa.