De Corato: «Presto un pool investigativo contro i raggiri»

Contro il fenomeno delle truffe agli anziani il Comune di Milano sta «concordando con la Procura l’istituzione di un pool anti-truffe con compiti investigativi». Lo ha annunciato il vicesindaco e assessore alla Sicurezza Riccardo De Corato. E in merito alla sentenza di condanna per numerose truffe ad anziani a carico di due nomadi italiane, accusate di associazione per delinquere, per De Corato si tratta di «una sentenza esemplare. Chi truffa gli anziani si rende responsabile di un reato ignobile, che ha gravi conseguenze su persone spesso già provate da difficoltà economico-sociali. Bene hanno fatto i giudici a contestare in questo caso anche l’associazione per delinquere». «Lo stesso Comune - spiega De Corato - tra le proposte
di revisione normativa, avanzate nell’ambito della firma dei patti per la sicurezza, ha suggerito l’ipotesi di inasprire le pene per reati commessi ai danni di soggetti deboli, come gli anziani, indicando apposite modifiche al codice penale. Si tratta di un reato - sottolinea il vicesindaco Riccardo De Corato - tanto odioso quanto complicato da perseguire, per la difficoltà a individuare i responsabili».