De Lillo: «Infernetto, no al degrado»

«Siamo accanto ai cittadini dell’Infernetto, che lamentano lo stato d’abbandono del quartiere e sono impegnati per la sottoscrizione di una petizione popolare». Lo dice Fabio De Lillo, consigliere di Forza Italia al Comune. «Lo scopo è quello di riportare la manutenzione del verde e delle strade ai livelli minimi ordinari - spiega - per allontanare il degrado che penalizza un’area che è residenziale ma che con la pineta ed il lungomare in questa stagione rappresenta un importante servizio ambientale per la capitale».
«Quello della scarsa manutenzione del verde pubblico e delle strade è uno dei problemi più spinosi nell’amministrazione della capitale - prosegue De Lillo - è anzi l’altra faccia della medaglia che ha visto il Campidoglio concentrato su poche riqualificazioni di grande immagine. A farne le spese sono soprattutto le aree periferiche, aree poco visibili ma nelle quali si concentra la parte maggioritaria della città, come ampiezza dell’area e come numero di cittadini». Trascurare la pulizia delle aree pubbliche, tanto delle strade quanto degli spazi verdi, significa per De Lillo dare l’immagine di una città che non si vuole bene contraria al modo di viverla dei cittadini roman. «Significa anche - sottolinea l’esponente azzurro - creare i presupposti per problemi sanitari e per la sicurezza, basti pensare a come la vegetazione sviluppata senza controllo fornisca rifugio e scappatoie agli sbandati ostacolando i controlli da parte delle forze dell’ordine».