De Magistris-De Luca La guerra intestina infiamma la sinistra

«Pinocchio della politica». È l’accusa che l’ex pm Luigi De Magistris rivolge al sindaco democratico di Salerno, Vincenzo De Luca, colpevole, secondo lui, di aver prima promesso che non si sarebbe avvalso della prescrizione nel processo a suo carico, ottenendo così l’appoggio dell’Idv alle elezioni regionali, ma facendo poi l’esatto contrario. De Luca ha querelato il braccio destro di Di Pietro descrivendolo come «un perfetto esempio di che cosa non deve assolutamente fare un magistrato». De Magistris, che non aveva condiviso il sostegno del suo partito al candidato del Pd, si gode il ripensamento del suo capo («Bene ha fatto Antonio Di Pietro - dice - a riconoscere che fu un errore») ma intanto qualcosina la concede: «Sono un ex pm, so che i magistrati possono sbagliare, e ne conosco tanti che hanno sbagliato». Solo gli altri però, ça va sans dire. LuRo