De Magistris torna a casa

C’è un gran via vai di magistrati quest’estate nei tribunali. Dopo Clementina Forleo, rimossa da Milano per incompatibilità ambientale, ora tocca al collega napoletano Luigi De Magistris, promotore dell’inchiesta «Why Not» su Mastella e Prodi. Anche per lui il Csm ha stabilito il trasferimento ad altro ufficio. Nella fattispecie al tribunale di Napoli. Decisione unanime che segue la sanzione disciplinare che lo stesso Consiglio superiore aveva comminato al magistrato censurandolo e disponendone il trasferimento da Catanzaro e dalle sue funzioni di pubblico ministero. Chissà se anche la Forleo andrà a finire da quelle parti. In fondo i due sono avvezzi a incontrarsi nelle stesse piazze, come negli stessi studi televisivi.