De Ponti: «I nuovi incentivi decisi dal governo sono anche una nostra vittoria»

I bonus casa recentemente varati dal governo avranno un impatto molto positivo sulle filiere delle costruzioni e dell'arredamento e rappresentano una vittoria per MADE expo. A trarre entrambe le conclusioni è Giovanni De Ponti, amministratore delegato MADE expo e direttore di FederlegnoArredo, federazione che fa parte di Confindustria. I provvedimenti di cui parliamo sono quelli che estendono fino al 31 dicembre le agevolazioni fiscali per le ristrutturazioni edilizie (con la detrazione fiscale del 50%) e per la riqualificazione energetica. Per gli investimenti in efficientamento energetico il governo ha anche aumentato dal 55 al 65% l'aliquota.
«Questi incentivi - afferma l'amministratore delegato De Ponti - contribuiscono a un rilancio del mercato domestico per tutti i settori che partecipano a MADE expo e rappresentano anche un risultato della nostra attività di sensibilizzazione svolta in tutti questi anni nei confronti delle istituzioni».
MADE expo, insomma, non solo come organizzatore di buone fiere, ma pure realtà impegnata a perseguire gli interessi della filiera edilizia anche ad altri livelli. «Una mission - spiega De Ponti - che ci viene naturale dato il nostro rapporto con FederlegnoArredo e con il mondo confindustriale, che ci porta non solo a preoccuparci del successo di uno strumento straordinario di marketing qual è un fiera, ma anche a cercare altre risposte per aiutare le nostre aziende a superare i momenti di difficoltà e a crescere».
Il varo dei bonus casa ha già innalzato l'ottimismo di molti imprenditori della filiera dell'edilizia e dell'arredamento. «I feedback che stiamo ricevendo - conferma De Ponti - sono positivi. Anche se mancano ancora alcuni provvedimenti attuativi, la notizia della proroga e del rafforzamento degli incentivi ha già portato molti clienti a visitare i punti vendita e chiedere informazioni. Le prospettive di rilancio della domanda ha rafforzato la fiducia delle aziende che hanno investito nella loro presenza a MADE expo e potrebbe convincere altre società a scommettere su questo evento».
Una buona notizia per le aziende che decidono di puntare MADE expo per fare conoscere la propria offerta e incontrare nuovi clienti è uno dei tre prodotti finanziari nati da un accordo tra la manifestazione e Unicredit. «Si tratta - continua De Ponti - di un finanziamento con tasso di interesse di cento punti base inferiore a quello normalmente praticato, e che può essere richiesto da chiunque abbia lo status di espositore sia per sostenere i costi della partecipazione alla fiera sia per la finanziare il capitale circolante per altre operazioni».
Sempre in collaborazione con MADE expo, Unicredit ha lanciato anche altri due prodotti finanziari: uno si rivolge ai cantieri e l'altro è una proposta di mutui casa che mira a stimolare la domanda di ristrutturazioni o l'acquisto di abitazioni.
Se questi sono alcuni dei risultati ottenuti da MADE expo per il rilancio del mercato interno, altri sono attesi per il rafforzamento delle attività estere delle imprese italiane.
«Abbiamo messo in campo - conclude De Punti - diverse grandi iniziative per portare all'evento i più importanti costruttori esteri».