De Rosa scalda i motori: «Sono guarito»

Non è una samba e nemmeno una capoeira. Quella per tesserare i due brasiliani in vista dell'esordio di domani sera in Coppa Italia è un autentica corsa contro il tempo. Tra squalifiche e infortuni infatti il Genoa potrebbe avere un tremendo bisogno di Santos, in difesa, e Danilo, a centrocampo, e solo oggi con gli uffici della Lega che chiuderanno prima del previsto nell'ottica ferragostana si saprà se la missione è stata compiuta o se Gasperini in vista del primo impegno ufficiale con il Grosseto (arbitro Marelli di Como) dovrà fare di necessità virtù. In difesa infatti se Bovo non è disponibile, Stellini è dato in miglioramento, ma si valuterà solo all'ultimo così come a centrocampo per Rossi e Fabiano (improbabile). Ed è davvero un peccato non poter contare nemmeno su De Rosa. Da ieri il difensore con il vizio del gol è tornato, come Adailton, ad allenarsi con il resto del gruppo che ha dato il via alla terza parte del ritiro estivo al centro sportivo Mombarone di Acqui Terme (AL). È completamente guarito da quello stiramento agli adduttori che poi aveva portato in dote la pubalgia, ma non può giocare perché deve scontare un turno di squalifica. «Avevamo un po' forzato nel finale dello scorso campionato - dice De Rosa - e così le cose si sono complicate, ma ora sto bene. Il ritiro prima in Austria e poi in Trentino mi è servito comunque per la parte atletica. Ora sono pronto e a disposizione del mister. Peccato però che domani sera sono squalificato». È contento De Rosa, ma siccome non è uno che le manda a dire preferisce replicare subito a chi in queste settimane ha puntato il dito sulla qualità dei difensori. «Questa attenzione ai difensori mi sembra fuori luogo credo invece che sia più opportuno parlare di fase difensiva. E in questo senso dico che è la squadra che attacca e che difende nel suo complesso. Con il mister stiamo lavorando sodo. Certo in serie A certe cose non te le puoi permettere, ma ripeto stiamo lavorando tutti per migliorarci». Chiaro, limpido come i gol segnati da Borriello sempre in rete quando è stato chiamato in causa nelle amichevoli estive. «Ora c'è la Coppa e vogliamo fare bene. Finora i gol hanno avuto un peso relativo, da domani la musica cambia e mi sento pronto anche se davanti c'è grande concorrenza».