De Rossi monstre Totti sfortunato Panucci infinito Juan insuperabile

DONI 7: una stagione caratterizzata da grandi interventi, ma anche da errori marchiani (vedi i gol a Empoli e in casa con il Livorno), costati punti importanti per strada. 50 presenze, 44 gol subiti.
CURCI SV: Spalletti l’ha utilizzato poco e più che altro in Coppa Italia. L’anno prossimo potrebbe andare a giocare altrove. 8 presenze, 10 gol subiti.
CASSETTI 6,5: ha ricoperto tutti i ruoli in difesa, dal centrale al terzino, regalando ottime prestazioni. Grintà e generosità da vendere. 41 presenze, 1 gol.
CICINHO 7: partenza in sordina con qualche focolaio di polemica per lo scarso impiego. Poi ha trovato gli spazi in squadra e ha offerto prestazioni di grande livello. 44 presenze, 2 gol.
FERRARI 6,5: ha vissuto la stagione tra i fischi dei tifosi e il pensiero continuo di un divorzio annunciato. Si è fatto trovare sempre pronto nelle situazioni di emergenza. 23 presenze.
JUAN 7,5: il brasiliano ha dimostrato tutto il suo valore. Spesso baluardo insuperabile, ha dato sicurezza al reparto segnando anche gol importanti. Purtroppo nella fase finale della stagione si è infortunato. 32 presenze, 3 gol.
MEXES 7,5: ha cambiato compagno di reparto all’improvviso, ma Juan si è rivelato un supporto importante per il francese, che nonostante prove altalenanti, ha evidenziato sicurezza e personalità in più di un’occasione. E poi c’è la ciliegina dello splendido gol nella finale di Coppa Italia. 45 presenze, 2 gol.
PANUCCI 7,5: è come il vino: più invecchia e più migliora. A 35 anni il «sempreverde» Cristian è ancora protagonista anche in Nazionale. Ha realizzato gol pesantissimi, rari i suoi errori (quello di Udine lo ha portato a litigare con Doni). 39 presenze, 6 gol.
TONETTO 7: si alterna con dimestichezza tra il ruolo di terzino e quello di ala a sinistra, risultando un elemento tatticamente importante per alcune partite. Con De Rossi è stato il più impiegato da Spalletti. 51 presenze, 1 gol.
AQUILANI 7: il ragazzo ha qualità, ma continua a essere sfortunato. Mesi di stop, tanta infermeria e mezzo campionato giocato. Auguri per l’anno prossimo. Ma prima c’è l’opportunità degli Europei. 31 presenze, 4 gol.
BRIGHI 6,5: non è facile trovare spazio nel centrocampo di classe che ha la Roma, ma quando è stato chiamato in causa, ha dato risposte confortanti. 32 presenze, 1 gol.
DE ROSSI 8,5: un’annata monstre per Daniele, maturato anche dal punto di vista disciplinare. Salta solo cinque partite in tutta la stagione, ma il suo rendimento è sempre altissimo. L’unico piccolo neo, il rigore sbagliato in Champions. 51 presenze, 6 gol.
GIULY 7: ha svolto al meglio il lavoro che Spalletti gli chiedeva di volta in volta. Si è rivelato una riserva preziosa. 48 presenze, 8 gol.
PERROTTA 6,5: ha vissuto campionati migliori, ma in questa stagione ha dovuto fare i conti con la pubalgia. 41 presenze, 7 gol.
PIZARRO 8: elemento sempre fondamentale nello scacchiere spallettiano. Ottima spalla di De Rossi, ha una grande capacità nel rilanciare l’azione della squadra. 46 presenze, 5 gol.
TADDEI 7: ha saltato quasi tre mesi di partite per infortunio, ma ha disputato la migliore stagione da quando è alla Roma. 36 presenze, 7 gol.
ESPOSITO SV: Spalletti non gli ha dato fiducia e nel momento in cui poteva tornare comodo, si è infortunato. 16 presenze.
MANCINI 5,5: annata indecifrabile: prima parte positiva, poi un’involuzione costante. Sabato ha detto addio alla Roma. 46 presenze, 13 gol.
TOTTI 8,5: due infortuni gravi in un’annata, a Totti non era mai capitato. Ma si sa, le sue caviglie e le sue ginocchia sono molto fragili dopo il miracoloso recupero dall’infortunio nel febbraio 2006. Gioca due terzi di campionato e segna 14 gol, la sua stagione è comunque da incorniciare. 35 presenze, 18 gol.
VUCINIC 8: dopo una stagione interlocutoria, l’attaccante ha dato le risposte attese: gol (alcuni decisivi anche in Europa), personalità in campo e qualità. Suo il gol che dà per un’ora l’illusione scudetto. 48 presenze, 14 gol.
Andreolli sv (ceduto a gennaio al Vicenza); Antunes sv (9 presenze); Bertagnoli sv; Della Penna sv (1 presenza in Coppa Italia); Pit sv (1 presenza in Coppa Italia); Rosi sv (1 presenza in Supercoppa Italiana, ceduto ad agosto al Chievo); Unal sv; Zotti sv.