Debito, Fitch boccia il Prodi e Padoa Schioppa

L'agenzia internazional di rating critica il governo: "deludente" sul fronte del risanamento dei conti

Roma - Sul fronte del risanamento dei conti, l’Italia ha abbassato troppo la guardia ed «è un pò deludente, considerato il contesto dei problemi finanziari dell’Italia, che l’extragettito non sia stato destinato alla riduzione del debito». Questo il giudizio di Brian Coulton, analista dell’agenzia internazionale di rating Fitch sulla legge finanziaria appena varata. Ad ogni modo, non verrà rivisto il rating per l’Italia (ora fissato a AA-).

Coulton ha rilevato che «è stato usato l’extragettito fiscale per tagliare le tasse e altre misure di spesa» mentre sarebbe stato meglio che fosse andato a riduzione del debito. «Abbiamo avuto - ha spiegato - un processo di aggiustamento aggressivo nella finanziaria scorsa, c’era molta pressione ma ora sembra che l’Italia sia in una situazione in cui il grado di ambizione sta scemando». E poi ha aggiunto: «È più come un esercizio di contenimento piuttosto che uno sforzo reale di portare le finanze pubbliche su una base sostenibile».