Deboli gli editoriali

Piazza Affari è riuscita a mantenersi in zona positiva, nonostante il clima depresso delle Borse internazionali. Il ritorno di interesse per Rcs e Mediobanca ha comunque ridotto l’appeal speculativo. A questi temi si sono sovrapposte le nuove indiscrezioni sulla creazione della «super popolare», che vedrebbe come protagonista la Milano, senza però che si siano trovate conferme da parte di altri istituti della categoria. L’operazione Montepaschi sui titoli Bnl non ha riscosso grandi consensi e il titolo ha ceduto l’1,2%. Sempre in ambito bancario, blitz di Banca Lombarda (più 2,3%) nei prezzi di chiusura. Le prospettive Fiat, delineate nell’assemblea di ieri, non sembra abbiano riscosso plausi in Borsa, dove il titolo si è rafforzato solo dello 0,2%. Bene gli energetici (più 1,18% Eni) per effetto del rialzo del greggio, sempre depressi i telefonici, con Telecom in calo dello 0,9%. Negativi anche i media, con L'espresso a meno 1,02%, Mediaset a meno 0,36% e Rcs maglia nera a meno 1,90% . Prosegue la corsa Autostrade (più 1,06%). Gli indici di Piazza Affari chiudono intorno alla parità, mentre Comit e Mediobanca arretrano di un quarto di punto; sempre consistente il volume di scambi, superiore a 4,2 miliardi di euro.