Debutta l'innovativa Golf fee card

Title sponsor del Torneo, al suo secondo anno dopo l’esperienza dell’edizione 2007, BankAmericard ha deciso di stupire i golfisti del Challenge – ma non solo – con una interessante novità. È stato lo stesso direttore generale, Orlando Renisi, a illustrarne i dettagli. «Si tratta della Golf fee card – spiega – una carta di credito creata appositamente per rispondere alle esigenze dei golfisti, un prodotto esclusivo e unico nel panorama italiano».
Perché avete deciso di lanciarla proprio al Corporate?
«Perché questo Torneo si rivolge a un golfista attento, esigente, in grado di cogliere al volo le nuove tendenze, con abitudini di spesa e di utilizzo di una carta di credito ben delineate. Su questi elementi abbiamo calibrato il prodotto. Naturalmente, ci rivolgiamo poi a tutti i 100 mila golfisti presenti in Italia».
Ci dica qualcosa in più sulla Card.
«Innanzitutto, è al debutto: la commercializzazione inizia infatti proprio con il mese di maggio. Nel realizzare questa carta BankAmericard si è avvalsa della collaborazione di partner prestigiosi, a partire dal circuito internazionale Visa. Altri marchi leader nel settore golf sono partner dell’iniziativa: Golf Tours St Andrews GmbH, grazie al quale è stata realizzata la guida ai migliori campi del mondo, Pga, l'Associazione Mondiale Golfisti Professionisti, Absolute golf, Il Mondo del Golf e Golf'us, catena leader in Italia per la distribuzione di prodotti dedicati ai golfisti».
Come si concretizzano queste collaborazioni in vantaggi per chi usa la Card?
«In oltre 2.000 campi da golf nel mondo è possibile usufruire di sconti dal 20 al 50 per cento sui green fee e di ulteriori agevolazioni su ospitalità, autonoleggio, acquisto di attrezzature e abbigliamento. All’atto dell’iscrizione si riceve anche un welcome pack con una guida a tutti i vantaggi, l'abbonamento gratuito al Mondo del Golf e il pratico libro Le regole del golf. C’è, inoltre, il Programma Fedeltà, in collaborazione con Golf’us: per ogni spesa effettuata con la Carta si possono accumulare punti con premi finali a catalogo».