Debutta la raccolta fondi col cellulare come negli Usa

Milano. Con la campagna per le primarie del Partito democratico, approderà anche in Italia il fund raising basato sul telefono cellulare. Nel nostro Paese i meccanismi che consentono la raccolta di fondi per finanziamento privato sono stati rodati dalle iniziative di solidarietà come Telethon o La fabbrica del sorriso. La novità sarà rappresentata dall’utilizzo politico di questo meccanismo, sulla scia di quanto avviene nella campagna elettorale negli Usa. A curare la raccolta fondi per i candidati alla segreteria del Pd sarà la compagnia di telefonia mobile 3, che metterà a disposizione la propria piattaforma. Da metà agosto alla prima settimana di ottobre, i clienti di 3 potranno contribuire alle spese elettorali del proprio candidato di riferimento. La stessa compagnia telefonica ha sottolineato che in futuro la piattaforma sarà disponibile per qualunque altro tipo di competizione elettorale. Il progetto comunque non permette attività di promozione via cellulare da parte dei candidati. Insomma, Veltroni, Bindi e compagnia democratica non invaderanno comunque i telefonini di messaggini.