Decine di alberi sradicati dal forte vento provocano danni in tutta la città

Dall’altra notte l’ondata di maltempo abbattutasi su Roma sta tenendo sotto pressione io vigili del fuoco. Il forte vento e la pioggia hanno fatto cadere decine di alberi. Ieri mattina ci sono stati problemi per il traffico a causa di due alberi ad alto fusto crollati uno in via Salaria, all’altezza di viale Liegi e l’altro in via Appia Pignatelli, all’incrocio con via Almone, in direzione fuori Roma. Secondo un bilancio provvisorio, aggiornato a ieri sera, sono stati circa 160 gli interventi effettuati dai vigili del fuoco per il maltempo. Di questi oltre 100 hanno riguardato la rimozione di rami pericolanti di alberi sia nelle varie zone della città sia in provincia. A causa della pioggia si sono verificati anche dei piccoli allagamenti. Il maltempo ha provocato anche rallentamenti sul Grande raccordo anulare, dove si sono formate lunghe code nel tratto compreso tra Fiumicino e la Tuscolana.
Ma in città il problema più serio, oltre agli alberi pericolanti, è quello della raccolta delle foglie secche che rischiano di tappare le caditoie. Oltre 2.200 operatori e 1.200 mezzi sono impegnati da ieri (e lo saranno quotidianamente) in tutta la città per ridurre i disagi dovuti alla caduta delle foglie. Particolare attenzione nelle attività di pulizia e spazzamento viene riservata, inoltre, alle oltre 200 strade alberate (200 operatori in servizio straordinario con 60 spazzatrici in più). In alcune zone della città sono state impiegate anche le nuove spazzatrici con agevolatore idraulico (le cosiddette scope ad acqua), particolarmente indicate per la rimozione del fogliame dalle strade specialmente sotto i veicoli parcheggiati. Interventi straordinari sono stati programmati su tutto il lungotevere e su grandi arterie come via di Tor Pignattara (municipio VI), via della Magliana e viale Marconi (municipio XV), piazza Nostra Signora di Guadalupe e via della stazione di Monte Mario (municipio XIX), viale Tor di Quinto e via Cassia (municipio XX). Grazie al piano di assunzioni, circa 100 operatori appena entrati in servizio sono stati utilizzati per rafforzare le risorse già dedicate alla pulizia e allo spazzamento stradale.