«È una decisione disastrosa Dobbiamo impegnarci tutti per far cambiare la scelta»

«Dichiarazioni disastrose, quelle del ministro Di Pietro, per la nostra regione»: non usa mezzi termini l’ex governatore Sandro Biasotti nel definire lo stop dell’ex magistrato al Terzo Valico. «Faccio appello - aggiunge Biasotti - alle istituzioni liguri e genovesi perché lavorino unite per la realizzazione dell’infrastruttura. Indispensabile, a questo proposito, sarà la compattezza di Regione Liguria, Provincia di Genova, sindaco, Autorità portuale, Camera di commercio, oltre che dell’europarlamentare Marta Vincenzi e di tutti i liguri e le forze politiche di maggioranza e minoranza, per convincere Di Pietro e il governo che la linea ferroviaria ad alta capacità Genova-Milano è opera fondamentale. Il rischio - conclude Biasotti - è vedere vanificato il lavoro fatto in cinque anni dalla giunta da me presieduta che ha permesso l’approvazione del progetto esecutivo, a suo tempo condiviso da tutti i soggetti interessati».