LA DECISIONE

I parlamentari dell’Assemblea regionale siciliana pagheranno con i propri soldi i pasti consumati alla buvette di Palazzo dei Normanni. Lo ha deciso il Collegio dei questori, su mandato della Presidenza dell’assemblea regionale, nell’ambito di un pacchetto di proposte finalizzate a tagliare i costi della politica. Oltre all’azzeramento del ticket di 9 euro per il pranzo, ci sono altre due norme su cui il consiglio di presidenza si pronuncerà il 6 settembre: l’abolizione delle indennità di aggiornamento culturale per gli ex deputati che non percepiscono il vitalizio, e l’aumento di cento euro mensili a testa del contributo per il fondo solidarietà.