Decolla la joint venture tra Alenia e Sukhoi

Agli italiani una quota del 51% Il programma per il Superjet 100 prevede investimenti per un miliardo di dollari

da Venezia

Decolla a Venezia Superjet International, la joint venture tra Alenia Aeronautica e Sukhoi che si occuperà di commercializzazione, supporto logistico e sviluppo di ulteriori versioni del jet regionale italo-russo Superjet 100.
Il capitale sociale è di 15 milioni di euro, Alenia Aeronautica ha una quota del 51% ed esprime il presidente del consiglio di amministrazione, Amedeo Caporaletti, e l’amministratore delegato, Alessandro Franzoni. La società con sede a Venezia, avrà 500 dipendenti entro 3-4 anni, inclusi quelli impiegati dalla controllata russa in corso di costituzione a Mosca.
Il programma Superjet 100 richiede investimenti nell'ordine di 1 miliardo di dollari e Alenia Aeronautica sosterrà il 25% dei costi, ottenendo in cambio una quota del 25% più una azione in Scac, il braccio civile di Sukhoi e una percentuale analoga nel programma. Peraltro le modifiche legislative russe che consentiranno ad Alenia di salire oltre la soglia del 25% in Scac, ottenendo così sostanziali garanzie giuridiche a tutela dell’investimento, non sono ancora perfezionate: si sperava di chiudere entro fine anno, ma il processo si protrarrà per almeno altri due mesi.
Giorgio Zappa, direttore generale di Finmeccanica, ha detto che è stata presentata una richiesta al governo per ottenere un contributo nelle nuove varianti del velivolo. La questione è nota al ministero degli Esteri e al ministero dell’Industria, ma per il momento non è ancora arrivata una risposta. In ogni caso Finmeccanica-Alenia sono pronte a procedere autonomamente. Secondo Giovanni Bertolone, ad di Alenia, la prima di queste varianti dovrebbe essere lanciata nei primi mesi del 2008. Oltre al modello base da 95 posti sono infatti previste una versione accorciata da 75 posti ed una allungata da 110. L’obiettivo è infatti quello di dar vita ad una intera famiglia di jet regionali. E ci saranno anche versioni “business“, cargo e militari. Intanto il programma va avanti, l’aereo sarà presentato a Komsomolsk-on-Amur in Siberia il 26 di settembre, il primo volo avverrà entro fine anno mentre la prima consegna ad Aeroflot è attesa per novembre 2008.
Per ora il Superjet 100 ha ottenuto 73 ordini fermi (Victor Subbotin, presidente di Scac, ha annunciato un nuovo ordine per 2 aerei), a un valore di listino che si colloca tra 24/28 milioni di dollari. Entro fine anno si prevede che gli ordini saranno 100, con l’obiettivo di vendere 1.200 Superjet nei primi 20 anni di vita del programma.