Un decreto e un disegno di legge per una Finanziaria da 34,8 miliardi

La manovra triennale 2009-2011 licenziata ieri dal Consiglio dei ministri è composta da un decreto legge,che dovrà essere approvato dal Parlamento entro 60 giorni dalla pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale, e da un disegno di legge, che invece seguirà il tradizionale iter parlamentare. L’obiettivo del ministro dell’Economia, Giulio Tremonti, è quello di una «rapida approvazione» della manovra, probabilmente entro l’estate. L’entità complessiva della Finanziaria è pari a 34,8 miliardi di euro: 13,1 per il 2009, 7,1 nel 2010 e 14,6 nel 2011. Le entrate fiscali previste ammontano a 4 miliardi, il resto arriverà grazie alla riduzione della spesa pubblica. L’obiettivo è il pareggio di bilancio entro il 2011.