Il decreto ingiuntivo viaggia a alta velocità

Genova all’avanguardia nella sperimentazione dell’«atto telematico», il nuovo sistema di inoltro dei decreti ingiuntivi inaugurato nei giorni scorsi nell’ambito di una iniziativa di carattere nazionale avviata dal ministro Lucio Stanca: lo studio dell’avvocato Filippo Sguerso, fra i primi a dar corso all’esperimento, ha «collaudato» ieri la procedura, ricevendo riscontro praticamente in tempo reale (i tempi tecnici rispettati finora, per analoghe procedure - come sottolinea lo stesso avvocato Sguerso - erano anche superiori a un mese). Al riguardo, il ministro per l’innovazione e le Tecnologie ha sottolineato come «questa sia la dimostrazione evidente delle effettive potenzialità del nuovo sistema, dovuto al processo di digitalizzazione della pubblica amministrazione e, in particolare, della giustizia, in termini di velocità, semplificazione, minori costi e miglior servizio alla cittadinanza».