«Il decreto di Marrazzo sul Recup serve soltanto a spendere più soldi»

Il decreto che Marrazzo ha firmato sul Recup è un provvedimento che rischia di peggiorare la situazione senza risolvere i problemi. Lo sostiene Donato Robilotta, capogruppo alla Regione dei Socialisti riformisti-Pdl. «Non solo Marrazzo ha revocato la gara e deciso di internalizzare il servizio con un aggravio di costi - spiega - ma soprattutto ha affidato le funzioni ad una società regionale, l’Asclepion, che dovrebbe, a sua volta, acquistare da terzi la tecnologia necessaria per attivare il servizio con un costo pari a 3 o 4 milioni di euro, quando questo know how è presente in un’altra società regionale: la Lait. Perché pagare due volte lo stesso servizio?». «Non solo. Nel decreto si fa riferimento a uno studio di fattibilità effettuato dalla Kpmg, che nessuno ha mai letto; inoltre la società è stata trasformata da semplice consulente a erogatore di servizi come, per esempio, l’acquisto di tecnologia informatica, per il famoso “Cruscotto”».