«Dedico gli ori agli italiani all’estero»

Due ori e un bronzo: Enrico Fabris è l’atleta italiano che all’Olimpiade di Torino ha vinto più di tutti. È anche un personaggio di tutta simpatia, ed è stato lui a rilanciare, nell’interesse degli sportivi, il pattinaggio di velocità che in Italia non aveva molto seguito. Ieri, assieme a Nino Benvenuti, il triestino olimpionico del pugilato a Roma nel 1960, Fabris ha partecipato alla trasmissione radiofonica «Grande giostra del gol», registrata a Torino in piazza Solferino, raccontando delle proprie emozioni e della grande soddisfazione e dopo aver mandato «un bacio a tutti gli italiani che vivono e lavorano all’estero» ha voluto concludere «dedicando a loro tutte le mie medaglie».