Un deejay era il re delle truffe on-line

Acidino su Ebay aveva raggirato 73 persone

Uno che si fa chiamare Acidino lo immagini come un furbetto, scaltro e sicuramente molto, anche troppo sveglio. E dev’essere proprio così. Altrimenti, con un tale nomignolo, e a 37 anni compiuti (quindi superata da un po’ l’età delle ragazzate) lui si limiterebbe a fare il suo lavoro - il deejay in feste private, locali ed estati trascorse tra la Sardegna e la Corsica - anziché fregarsene spudoratamente delle regole dei siti seri che vendono oggetti e simili e truffando senza ritegno la gente per bene che compra on line convinta di fare un affare.
Invece è evidente che il «nostro» Acidino è rimasto così: stupidamente spensierato. Naturalmente a spese altrui. E riuscendo a raggirare ben 73 persone in tutta Italia. Gente che, in assoluta buona fede, gli ha pagato prezzi irrisori - utilizzando carte prepagate, bonifici bancari e vaglia veloci - convinta di ricevere a casa i biglietti dei concerti di Vasco, Biagio Antonacci, Ligabue e del «boss» Bruce Springsteen, di spettacoli teatrali, di partite di calcio, ma soprattutto attrezzature da disc jockey, strumenti musicali, professionali, luci, casse audio, microfoni. Tutto materiale che non arrivava mai al destinatario. E che, dall’agosto del 2006 (...)