Deejay muore alla consolle

da Rimini

Il disc jockey - Fabrizio Piloni, di Castelferretti (Ancona) - aveva cominciato da poco il suo lavoro alla consolle della discoteca «Ecu» di Rimini quando ha accusato il malore e si è accasciato. «È successo tutto all’improvviso - spiega il direttore del locale, Andrea Brighenti -, abbiamo visto Fabrizio, che collaborava alla serata assieme ad altri dj, crollare e abbiamo chiamato subito i soccorsi del 118, ma non c’è stato nulla da fare».
Secondo i primi accertamenti il ragazzo è stato colpito da un infarto e non ha avuto scampo. «A quanto mi risulta non ci sono altre ipotesi - ha spiegato il proprietario del locale. Il nostro è un locale pulito e controllato». «Lo avevo visto anche pochi giorni prima e gli avevo detto che non mi sembrava in buona salute. Lui me lo aveva confermato, ma continuava a svolgere il suo lavoro di elettricista e come disc jockey».
Sarà l’autopsia disposta dalla Procura della Repubblica a stabilire con esattezza la causa della morte.