Deep, un computer poco romantico

Deep Junior ha guardato negli occhi la donna che aveva davanti e ha mosso il suo cavallo senza alcuna emozione. Scacco matto. Il 30 novembre a Cortina il miglior programma di scacchi per computer, in grado di battere perfino Garry Kasparov, ha sconfitto la campionessa europea Almira Skripchenko. Almira, tanto per fare un esempio, è solo la seconda donna in assoluto a giocare contro un computer in un campionato di questa portata, dopo la mitica scacchista ungherese Judit Polgar che nel 1990 sfidò Mephisto, nel 1993 Deep Blue e nel 1994 il programma Junior, perdendo i primi due incontri e vincendo il terzo. «Purtroppo il computer ha giocato mosse molto inaspettate: un gioco che ha previsto anche sacrifici, che ha avuto caratteristiche umane». Almira è nata in Moldavia nel 1976. La sua carriera è iniziata a 16 anni. È dotata, dicono, di grande fascino. Per tutti, ma non per Deep.