Degrado a Trastevere: consiglio interrotto dal Prc

Acque agitate ieri al consiglio straordinario in I Municipio sul degrado a Trastevere. Esponenti dei centri sociali hanno fatto irruzione alle 15, aprendo uno striscione e lanciando slogan. Il consiglio è saltato. «Il blitz dei collettivi legati al Prc ha impedito a residenti e commercianti di esporre le ragioni sui problemi di sicurezza e abusivismo» denuncia il capogruppo di An Federico Mollicone: «Nel merito dell’argomento però, la maggioranza tentava di imporci una mozione inutile, che non offriva una reale soluzione ai problemi di Trastevere».
«La Ztl non basta - ribadisce Alessandro Cochi, consigliere comunale di An - servono risposte concrete, come i parcheggi promessi e mai realizzati e le navette». Sulla stessa lunghezza d’onda Forza Italia: «Bivacchi di punkabbestia, oltre 400 ambulanti abusivi su piazza Trilussa e aree limitrofe, spaccio di stupefacenti, difficoltà per gli interventi degli operatori Ama» denuncia il consigliere Fabrizio Sequi: «Che fine hanno fatto gli interventi sbandierati da Veltroni alla riunione straordinaria su Trastevere di fine agosto?». Sul degrado a Trastevere, interviene anche il segretario romano della Uil, Luigi Scardaone: «Sulle navette ci andrei cauto, visto che quelle che ci sono nessuno le utilizza. Piuttosto perché nessuno protesta contro il dilagare di pub e finte associazioni culturali che vendono birra e superalcolici tutta la notte comportandosi di fatto come esercizi abusivi?».