Delbono fischiato anche come prof

Evidentemente, quando ha definito nei giorni scorsi «molto gradevole» l’accoglienza che aveva avuto al rientro in università, non aveva ancora avuto modo di incontrare gli studenti. Normalità ancora lontana da venire per Flavio Delbono, ex sindaco di Bologna dimessosi per il «Cinzia-gate» e ora tornato alla facoltà di economia dell’Alma mater bolognese. «O Delbono, portaci in vacanza»: cantando questo coro, e accompagnandosi con delle maracas, alcuni giovani di Azione universitaria hanno fatto irruzione ieri nell’aula dove Delbono stava accingendosi a tenere la sua prima lezione di economia. I giovani hanno consegnato a Delbono un tesserino a due facce, una da professore universitario, l’altra con un bancomat, e hanno poi sfilato tra i banchi, lanciando coriandoli, agitando un cartellone con su scritto: «Tutti a Cancun, tanto paga la mamma». Poi sono usciti. E pensare che il pupillo dell’ex premier Romano Prodi era appena riuscito a far allontanare i numerosi fotografi e cameramen presenti.