Con delega al telecomando

Non c’è giorno che il Tg1 della gestione Riotta non si esibisca nel difficile esercizio di far parlare Romano Prodi, su tutto e da ogni luogo, e nel meno difficile uso del bianchetto sul centrodestra (pratica che a certi quotidiani riesce benissimo, vedi il Corriere della Sera di ieri). La cosa non va giù alla Cdl: l’azzurro Bonaiuti parla di «normalizzazione», mentre a sinistra gli ex censori del Tg1 di Mimun si sono magicamente trasformati in re-censori del nuovo corso: ambasciatori della verità, seduti in poltrona anziché in Parlamento. Con delega al telecomando.