In delirio per gli U2 «Tagliati» 1.500 posti

Claudio De Carli

Alle cinque del pomeriggio i vigili del fuoco si sono presentati negli uffici dell’assessorato allo sport. Aldo Brandirali ha aperto l’uscio: scusi assessore, questo concerto degli U2 non è in sicurezza, dobbiamo metterci una pezza.
I cancelli di San Siro erano aperti da due ore, il concerto degli irlandesi era stato annunciato da almeno dieci mesi: Brandirali ha fatto la faccia scura.
E poi non è certo che quello di ieri sera fosse un concerto, Bono e fratelli sanno bene cos’è un concerto, e questo probabilmente non è stato un concerto.
Loro comunque sono in quattro, il muro di San Siro è di 70mila, forse di più: ci deve essere equilibrio, deve aver pensato Bono che non sapeva niente dell’irruzione dei pompieri, o finisce che qualcosa potrebbe andare storto. C’è gente che per lui è in pista da giorni, chi ha preso il pass per entrare sul prato di San Siro non ha un numero di poltroncina e neppure una fila assegnata. (...)