Delitto Olgiata, Mattei chiede riapertura del caso

Roma - A oltre 15 anni dall'omicidio di Alberica Filo Della Torre, avvenuto all'Olgiata, il marito Pietro Mattei ha chiesto di riaprire le indagini. Nell'istanza dell'avvocato Marazzita, la necessità di riesaminare, con le nuove tecniche di laboratorio,i reperti dell'epoca. In particolare le tracce ematiche trovate sul lenzuolo della camera da letto e sui pantaloni di due uomini che, all'epoca furono indagati: Roberto Iacono,figlio dell'ex governante di casa Mattei e Manuel Winston, domestico filippino.

Nuovi rilievi La contessa fu uccisa dopo essere stata strangolata e colpita violentemente alla testa probabilmente con uno zoccolo. L'assassino non è stato mai identificato. L'omicidio avvenne nello stesso giorno in cui era in programma, nella villa dell'Olgiata, una festa per i dieci anni di matrimonio dei coniugi Mattei. Nell'istanza presentata alla procura si chiede di estendere gli accertamenti ematico-chimico e genetico anche alla canottiera e al completo intimo indossati da Alberica Filo Della Torre al momento del delitto nonché allo zoccolo trovato accanto al cadavere.

Il caso Cesaroni Sulla base dell'evoluzione delle tecniche investigative, soprattutto a livello di identificazione di tracce ematiche, è stata riaperta da qualche tempo anche l'inchiesta sull'omicidio di Simonetta Cesaroni, l'impiegata dell'associazione degli ostelli della gioventù uccisa con 30 coltellate il 7 agosto 1990. L'inchiesta sul delitto dell'Olgiata fu archiviata nel giugno dello scorso anno per mancata identificazione del responsabile. Nell'ottobre successivo, sempre su richiesta di Pietro Mattei, furono svolti nuovi accertamenti dopo che Naike Rivelli, figlia di Ornella Muti, in un'intervista, disse: «Lo sanno tutti chi è stato. Invece a suo tempo misero in mezzo un ragazzo (Iacono, ndr) che non c'entrava niente». Sentita come testimone dai carabinieri del nucleo operativo, Naike Rivelli non fornì alcun elemento utile e, soprattutto, dichiarò di non sapere chi è l'assassino di Alberica Filo Della Torre. Da qui l'ulteriore archiviazione del fascicolo processuale.