Dell’Arco: le due «vite» di un poeta

Prosegue il ricco programma di eventi per il centenario della nascita di Mario dell’Arco, grande poeta romanesco. Si riprende con l’esposizione «La Roma di Mario dell’Arco: poesia&architettura», fino al 18 febbario alla sede dell’Istituto Nazionale di Studi Romani. La rassegna illustra, dopo una esauriente introduzione biografica, l’opera giovanile di Mario dell’Arco (pseudonimo di Mario Fagiolo, 1905-96) con una vastissima scelta di documenti tra poesie romanesche e canzoni - come il famoso «Pupo biondo» (1927) - affiancata da un’ampia sezione di opere e progetti di architettura - fra cui il Palazzo delle Poste di piazza Bologna a Roma e la Fontana di piazza Tacito a Terni. «La ricostruzione delle vite parallele dell’architetto e del poeta conduce a una ipotesi interpretativa globale: e cioè che l’architettura di Mario Fagiolo è fatta di pensiero e di poesia immaginifica così come la poesia di Mario dell’Arco appare strutturata architettonicamente», spiegano Marcello Fagiolo dell’Arco e Carolina Marconi, curatori della mostra.
Numerose le altre iniziative nei prossimi mesi. Tra queste, segnaliamo l’uscita di un cd con canzoni e poesie, prodotto dalla Discoteca di Stato; le giornate celebrative «Mario dell’Arco e i Castelli Romani», che si svolgeranno a Genzano e Ariccia; l’inaugurazione di un largo Mario dell’Arco nei giardini di Castel Sant’Angelo e di una targa che verrà collocata nel luogo natale dell’artista, in via dell’Orso, angolo via del Leuto. L’organizzazione degli eventi è a cura del Centro di Studi sulla Cultura e l’Immagine di Roma (presso il quale è stato costituito il «Fondo Mario dell’Arco» per l’immagine di Roma e della poesia romanesca), d’intesa con la Fondazione Marco Besso (che ha preso in carico il fondo librario dell’intellettuale romano), l’Istituto nazionale di studi romani e il Centro studi Giuseppe Gioachino Belli (istituzione fondata nel 1925 da Carlo Galassi Paluzzi, presieduta oggi da Mario Mazza e che ha sede nell’ex convento dei Santi Bonifacio e Alessio all’Aventino, e con il patrocinio dei comuni di Roma, Ariccia, Frascati, Genzano e Marino.
«La Roma di Mario dell’Arco: poesia&architettura», Istituto nazionale di Studi Romani Piazza dei Cavalieri di Malta, 2. Info 065743442. Ingresso libero. \