«Delle onde e del mare» tra Vangelo e pratica zen

Il libro racconta l’incontro fra un monaco buddhista giapponese e un missionario cattolico

Più di trent’anni fa Romano Guardini definiva il Buddha come «l’ultimo genio religioso col quale il cristianesimo dovrà confrontarsi» e constatava come l’idea di nirvana non fosse stata ancora «compresa ed apprezzata cristianamente da nessuno». Con Delle onde e del mare (Paoline, pagg.362, 19 euro) padre Luciano Mazzocchi, responsabile della cappellania cattolica per la comunità giapponese di Milano, risponde idealmente al grande teologo. Memoriale romanzato dei 19 anni trascorsi in Giappone come missionario saveriano, il libro parte dall’incontro casuale fra un monaco buddhista giapponese e un missionario cattolico italiano, passeggeri di un volo Tokyo-Londra in sosta forzata a Rawalpindi, Pakistan. Ne nasce uno scambio di lettere, e di invettive, in cui il monaco zen taccia il cristianesimo di intrinseca violenza, mentre il missionario bolla lo zen di narcisismo. Per padre Marco è l’inizio di una sorprendente esplorazione dentro l’anima giapponese con le sue delicate sfumature e trasparenze. Le piccole cronache di cui è intessuto il libro divengono apologhi illuminanti (come quando il missionario osserva con stupore i dieci cachi lasciati sull’albero dai suoi vicini perché anche i corvi possano sfamarsi) e tracciano la linea di demarcazione fra l’occidentale recatosi in Giappone per convertire e l’orientale che sembra non averne bisogno alcuno. Saranno infine la scoperta del raccoglimento contemplativo dello zazen, e l’amore per la natura, per lo spirito che pervade la natura e di cui l’Occidente pare dimentico, a colmare la differenza. Sicché la critica del vecchio orologiaio di Onejime al cristianesimo («È una buona religione, ma solo a metà. Infatti venera solo Dio padre e non venera Dio madre») diverrà il paradosso zen risolto il quale padre Marco scoprirà una nuova dimensione della fede cristiana in cui la «lieta notizia del perdono» può essere il messaggio messo a disposizione dei fratelli buddhisti per scongiurare l’eccesso di compostezza e la tendenza a irrigidirsi in una forma esterna, per quanto armoniosa. Con il medesimo sereno equilibrio padre Mazzocchi vive fra l’annuncio del Vangelo e la pratica zen. Al centro La Stella del Mattino (via Pattari 6, 02.80582267/338.1011101) lo si può sperimentare di persona.