Deluso dall’arroganza di certi politici non voterò mai più a sinistra

Sono sempre stato (per oltre 40 anni) uno strenuo sostenitore della politica della sinistra; ho sempre criticato il governo Berlusconi ed ho sperato che la sinistra riuscisse a tradurre in atti concreti il programma elettorale. Finora ero sempre stato convinto della diversa etica dei politici Ds; le ultime vicende del ministro Visco, a proposito del tentativo di azzerare i vertici della Gdf di Milano, sotto l'ignobile etichetta di avvicendamento, ed ancor più il comportamento della Turco, a proposito del siluramento del Prof. Cognetti, mi hanno profondamente disgustato. Devo amaramente ammettere che certe logiche sono praticate anche da uomini che della morale hanno fatto, con questi provvedimenti, ampio scempio, in barba a quella meritocrazia che hanno sempre posto in cima alle loro idee. E, con amarezza, penso al nostro ministro dell'Economia, ostaggio di questi personaggi e che, pur avendo doti indiscusse di moralità e competenza, si vede ogni giorno costretto a subire la tracotanza di questi politici che dell'arroganza hanno fatto il loro credo. Mai, mai più voterò sinistra e credo che, con me, molti italiani stiano già rimpiangendo il voto dato a questi personaggi che tutto hanno a cuore fuorché le sorti degli italiani.