Delvecchio si frattura il setto nasale

Brivido ieri mattina per Gennaro Delvecchio. Durante l'allenamento il centrocampista della Sampdoria ha rimediato una botta al volto che gli procurato una frattura del setto nasale. Immediato l'intervento dello staff medico: il professor Barbieri con un intervento chirurgico ha ridotto la frattura del centrocampista, mentre è stata realizzata la mascherina protettiva che consentirà a Delvecchio di allenarsi.
In realtà però Walter Mazzarri per la gara con il Parma aveva già fatto la sua scelta, che non prevedeva l'ex leccese nella formazione titolare. Al posto di Volpi, infatti, squalificato per una giornata, ci sarà Sammarco, visto che lo stesso tecnico blucerchiato è stato piuttosto chiaro: «Non ho intenzione di stravolgere il modulo per l'assenza di un giocatore seppur importante come il nostro capitano». Fuori Delvecchio, quindi, nel 3-4-3 studiato dall'allenatore toscano. Del resto il centrocampista è sempre stato impiegato come trequartista di destra nell'attacco con Montella (o Caracciolo) e Bellucci.
Al posto di Delvecchio invece domenica pomeriggio ci sarà Antonio Cassano, pronto finalmente all'esordio dal primo minuto. Il numero 99 infatti avrebbe dovuto già scendere in campo nella sfida di Torino ma alla fine Mazzarri aveva preferito uno schieramento più prudente. Mezze ammissioni di vedere in campo il tridente della meraviglie sono arrivate dallo stesso Mazzarri, mentre anche Marotta al Sampdoria Club Mugnaini a Rivarolo in occasione dell' Omaggio a Paolo Mantovani era stato piuttosto chiaro: «L'ultima scelta spetta all'allenatore, ma certo Cassano, Montella e Bellucci assieme sono un grande potenziale». L'amministratore delegato è tornato anche a parlare del suo futuro: «A Genova sto benissimo - ha detto Marotta - ho grande responsabilità ma anche piena autonomia, con la proprietà si è creato un feeling importante e i tifosi sono molto partecipi senza essere invadenti. Se mi venisse proposto di chiudere qui la mia carriera accetterei immediatamente».